SHARE

Promuovere pace e giustizia attraverso istituzioni solide e creare partnership e cooperazione per il raggiungimento dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile: il Goal 16 e il Goal 17 dell’Agenda 2030 pongono all’attenzione pubblica questi temi cruciali come base di partenza per consentire a tutti i Paesi del mondo di intraprendere il cambiamento prospettato con la firma dei Sustainable development goals.

L’Obiettivo 16 mira pertanto a promuovere società pacifiche e inclusive e come tale, essa sostiene di ridurre ogni forma di violenza, comprese la tortura e la lotta contro tutte le forme di criminalità organizzata. Inoltre, prevede di ridurre in modo significativo corruzione e concussione, così come flussi finanziari illeciti e di armi. L’Obiettivo ha anche lo scopo di garantire la parità di accesso alla giustizia promuovendo istituzioni efficaci, responsabili e inclusive a tutti i livelli.

Per avere successo, l’Agenda per lo sviluppo sostenibile richiede partenariati tra governi, settore privato e società civile. Inoltre, queste collaborazioni inclusive, costruite su principi e valori e su una visione comune con obiettivi condivisi, mettono al centro le persone e il pianeta; diventando necessarie non solo a livello locale ma anche nazionale e globale. Per far sì che tutto questo venga attuato, sono indispensabili investimenti a lungo termine, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo; tali settori comprendono l’energia sostenibile, le infrastrutture e i trasporti, così come le tecnologie di informazione e comunicazione. Il settore pubblico avrà bisogno di stabilire una direzione chiara e i sistemi di monitoraggio insieme alle strutture che permettono tali investimenti, devono essere riorganizzati al fine di rafforzare lo sviluppo sostenibile.

È questo l’ultimo Obiettivo dell’Agenda 2030, il tassello che unisce tutti gli altri Obiettivi precedenti: aumentare la cooperazione internazionale è considerato vitale per ottenere ciascuno dei 16 obiettivi previsti. L’Obiettivo 17 è previsto per assicurare che i paesi e le organizzazioni cooperino invece di competere, affinché si sviluppino più rapporti tra le parti interessate, per condividere conoscenze, competenze, tecnologie e supporto finanziario; considerati essenziali per il successo generale degli SDG.

(redazione)