SHARE

“A causa dell’emergenza sanitaria e in linea con le azioni di contenimento decise dal Governo per fronteggiare l’espandersi del contagio del Coronavirus, l’ASviS ha deciso nuove date per l’edizione 2020 del Festival dello Sviluppo Sostenibile, che si terrà dal 22 settembre all’8 ottobre.

Roma, 12 marzo 2020 – A causa dell’impatto senza precedenti dell’emergenza Coronavirus e della difficile situazione che il nostro Paese sta attraversando, l’ASviS ha deciso di riprogrammare dal 22 settembre all’8 ottobre l’organizzazione del Festival dello sviluppo sostenibile 2020, che si sarebbe dovuta svolgere dal 20 maggio al 5 giugno. La riprogrammazione del Festival impone un ripensamento anche dei suoi contenuti per fornire al Paese un contributo di idee e proposte per affrontare la situazione attuale e aiutare a costruire il suo futuro. Per questo l’ASviS ha già avviato una riflessione su come mettere a disposizione del Paese, fin dalle prossime settimane, la ricchezza di conoscenza ed esperienza degli oltre 230 aderenti all’Alleanza, per supportare le istituzioni e aiutarle a definire politiche per prevenire, preparare, proteggere, promuovere e trasformare il Paese, indirizzandolo verso uno sviluppo sostenibile dal punto di vista economico, sociale e ambientale.”

Questo è il comunicato stampa con il quale l’ASviS ha annunciato la sua decisione di non procedere all’organizzazione del Festival dello sviluppo sostenibile nei tempi previsti (maggio-giugno), ma di riprogrammare l’edizione 2020 del Festival, svolgendola dal 22 settembre all’8 ottobre. “Ovviamente, non si tratterà di un semplice differimento, ma di un riorientamento e potenziamento delle iniziative del Festival, anche alla luce degli eventi internazionali programmati in quel periodo”. 

Nel messaggio di Pierluigi Stefanini ed Enrico Giovannini viene espressa anche l’intenzione di rafforzare le attività dell’ASviS nei prossimi mesi, a cominciare da quelle on line, per aiutare l’Italia a superare la crisi.

Sul sito festivalsvilupposostenibile.it sono disponibili tutte le informazioni rilevanti.

 

Fonte: ASviS.it